Trieste e Mosaico Friulano

  • Piazza Unità d’Italia
  • Piazza Unità d’Italia
  • San Giusto
  • San Silvestro
  • Via Napoleonica
  • downtown
  • downtown
  • DSC_1484-1
  • Via Napoleonica
  • Piazza Unità d’Italia
  • Trieste – Febbraio 2019 (1 di 51)-1
  • Trieste – Febbraio 2019 (36 di 51)-1
Trieste e Friuli
27-04-2022
5 giorni
01-05-2022
15
€ 850  

Difficile non rimanere incantati da questa città, dalla sua atmosfera, dalla sua anima. Sospesa tra mare e montagna, con l’Europa alle spalle ed il Mediterraneo spalancato davanti alle sue rive, così viva, ricca e dinamica ma al contempo silenziosa, elegante, sontuosa. Da sempre crocevia di culture, popoli ed anime diverse, Trieste è un ponte tra Occidente e cultura mitteleuropea, come la Bora che nasce ‘dall’incontro di due climi, quello nordico e quello mediterraneo ed è quindi la perfetta sintesi dello spirito della città’. Il viaggio a Trieste non può definirsi completo senza il passaggio nel suo lato selvatico, il Carso che si distende alle sue spalle, o lo sguardo rivolto alle altre meraviglie che sono i centri storici interni del Friuli come Udine, Aquileia, Cividale, Palmanova. Un itinerario, quello proposto, che porta alla scoperta dell’anima autentica di questa terra, della sua storia e della sua struggente bellezza.

mercoledì 27 aprile: CALABRIA – TRIESTE – MIRAMARE
Raduno dei signori partecipanti all’aeroporto di Lamezia Terme e partenza con voli ITA alle ore 06:20 per Trieste (via Roma). Trasferimento quindi con bus riservato alla volta di Trieste e sosta al Castello di Miramare per la visita guidata del Castello e del Parco. Questo splendido castello fu costruito per volere di Massimiliano d’Asburgo che vi abitò assieme alla moglie Carlotta. Il colore bianco del maniero si intona perfettamente all’azzurro del mare della baia di Grignano, su cui si affaccia. Sistemazione in hotel, cena in ristorante e pernottamento.

giovedì 28 aprile: TRIESTE
La giornata di oggi la dedichiamo ad un tour panoramico della città seguito da una passeggiata guidata alla scoperta dei luoghi più significativi del centro storico: primo fra tutti Piazza dell’Unità d’Italia, il simbolo della città, una delle più grandi d’Italia, elegante e sontuosa si affaccia, da un lato, sul golfo di Trieste e circondata da palazzi che evocano i fasti imperiali asburgici. Mercanti, marinari, letterati, turisti e teste coronate sono sbarcati in queste bellissima piazza, non a caso i triestini la chiamano affettuosamente il “salotto buono della città”. Era ed è una piazza di rappresentanza! Lasciamo la piazza e raggiungiamo il Molo Audace, una passerella sul mare, un luogo magico per fare due passi e ossigenarsi in qualsiasi momento della giornata, in qualsiasi stagione e rimanere incantati a guardare i tramonti d’autunno quando i palazzi delle Rive si tingono di rosso, o se siete dei veri temerari correre sfidando la bora a 100km/h per arrivare in cima fino alla rosa dei venti e vedere se riuscite a stare in piedi! E poi la Risiera di San Saba, utilizzato dagli occupanti nazisti come Campo di detenzione di polizia e forno crematorio, il Canal Grande, il Colle di San Giusto con il Castello e la Cattedrale. Pranzo libero e, nel pomeriggio, visita del Museo Revoltella, una collezione d’arte moderna ospitata in un magnifico palazzo ottocentesco appartenuto al barone Pasquale Revoltella, una delle figure più rappresentative della società triestina dell’Ottocento, che nel suo testamento dispose di lasciare alla città di Trieste oltre a molti altri beni, la sua casa e tutte le opere d’arte, gli arredi e i libri che conteneva.
La cena la gustiamo in uno dei Caffè Storici letterari che hanno reso famosa Trieste, da sempre frequentati da artisti e intellettuali, autentici centri di scambio e confronto e luoghi di produzione e diffusione della cultura letteraria negli ultimi due secoli dello scorso millennio.

venerdì 29 aprile: ESPERIENZE CARSICHE
Oggi andiamo alla scoperta del Carso e del suo intimo legame con la città di Trieste. Prima, però, non possiamo rinunciare ad una delle tradizioni più autentiche della città. La storia di Trieste è intimamente legata al caffè, che da 300 anni viene lavorato qui e spedito in tutto il mondo. Non a caso Illy, il pregiatissimo marchio, è nato e risiede proprio a Trieste. Andiamo quindi a visitare una torrefazione storica dove ci vengono illustrati gli aspetti storici, geografici, botanici e tecnici sul caffè e le sue trasformazioni: tostatura, miscelazione, confezionamento e preparazione. Vengono eseguiti degli assaggi ed illustrate le peculiarità dell’espresso, anche con aneddotica sugli usi locali. Trasferimento, quindi, in Carso per una piacevole sosta in un agriturismo con visita, degustazione e pranzo rustico. Un ambiente unico nel suo genere, l’Altopiano Carsico si estende per tutta la provincia di Trieste per poi proseguire nella vicina Slovenia, con un paesaggio interessantissimo e peculiare per il fatto che, privo di un’idrografia superficiale, le acque scorrono nel sottosuolo creando suggestive caverne e fiumi sotterranei, mentre in superficie la vegetazione si è adattata a crescere tra doline, pozzi e depressioni. Così, tra il rigoglioso verde primaverile e i caldi colori autunnali, l’Altopiano carsico scende nel mare Adriatico creando baie e falesie che si estendono per tutta la costa, dall’Isonzo a Trieste. Rientro a Trieste. Cena libera e pernottamento.


sabato 30 aprile: UDINE – CIVIDALE
Giornata fuori porta oggi, dedicata ad alcuni centri storici di eccellenza del patrimonio culturale del Friuli. Primo fra tutti Udine, città a misura d’uomo, con un centro simile a un salotto, piazzette accoglienti e palazzi pregevoli. Udine è anche la città del Tiepolo e, infatti, una delle nostre mete è senz’altro il Museo Diocesano e Gallerie del Tiepolo, che ha sede nel Palazzo Patriarcale e la cui collezione comprende circa 700 opere, tra cui gli affreschi settecenteschi di Giambattista Tiepolo, che decorò il soffitto dello Scalone d’onore, la Galleria degli ospiti e la Sala Rossa per volere dell’allora patriarca Dionisio Dolfin. Proseguiamo quindi per Cividale. Riconosciuto dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità, il borgo, fra i più belli del Friuli e d’Italia, fu fondato da Giulio Cesare e divenne sede del primo ducato longobardo in Italia e, in seguito, residenza dei Patriarchi di Aquileia. La città conserva significative testimonianze longobarde, prima fra tutte il Tempietto, la Chiesa di San Pietro e San Biagio, il Ponte del Diavolo. Rientro a Trieste e cena in un ristorante tipico della città.

domenica 1 maggio: AQUILEIA – PALMANOVA – CALABRIA
Dopo la prima colazione lasciamo Trieste per completare il nostro tour con la visita di altri due luoghi iconici del Friuli. Scopriamo quindi Aquileia, importante città dell’Impero romano e centro nevralgico del cristianesimo. È sito UNESCO dal 1998 per l’importanza della sua area archeologica e la bellezza dei mosaici pavimentali che custodisce. Tra tutti, il più grande e conosciuto è quello della basilica di S. Maria Assunta, risalente al IV secolo, ma a questo si aggiungono altri preziosi resti musivi di età romana e paleocristiana, che fanno di Aquileia una sorta di capitale del mosaico romano d’Occidente. Dopo il pranzo in ristorante raggiungiamo Palmanova, città-fortezza conservata in condizioni straordinarie. Anch’essa Patrimonio Unesco, con la sua pianta a forma di stella perfetta a nove punte, le porte monumentali e le tre cerchie di fortificazioni, Palmanova è al tempo stesso un modello di città ideale rinascimentale e un esempio di architettura militare.
Proseguiamo quindi per l’aeroporto di Trieste in tempo utile per le formalità d’imbarco sul volo ITA delle ore 19:25 con arrivo a Lamezia alle 23:00 (via Roma).

Quote

Quote di partecipazione – min. 15 persone:

per persona in camera doppia: € 850,00

tasse aeroportuali: € 160,00 (da riconfermare al momento della prenotazione)

suppl. singola: € 180,00

polizza annullamento + medico: € 50,00 (facoltativa e da stipulare all’atto della prenotazione)

Informazioni

Servizi compresi:

Il viaggio in aereo ITA da Lamezia Terme a Trieste (via Roma) con sistemazione in classe economica e franchigia bagaglio a mano di 8 kg e bagaglio da stiva di 23 kg, tutti i trasferimenti previsti nel programma con minibus riservato, 4 notti in hotel 4 stelle a Trieste, 3 cene a Trieste, 1 pranzo in agriturismo con visita di una cantina, 1 pranzo in ristorante , la visita con degustazione in torrefazione, l’assistenza di guide turistiche locali per le visite indicate in programma, l’accompagnatore de I Viaggi di Zefiro per tutta la durata del tour.

Non sono compresi:

I pasti non menzionati, le bevande, gli ingressi (€ 30 circa a persona), le tasse di soggiorno (€ 2,20 a persona a notte), le mance, gli extra di carattere personale, tutto quanto non espressamente indicato alla voce “Servizi compresi”.

I Voli:

La prenotazione dei voli sarà effettuata al raggiungimento del numero minimo richiesto di 10 persone.

Operativo Voli:

27 aprile ITA Lamezia-Roma 0620 0730

27 aprile ITA Roma-Trieste 0905 1015

1 maggio ITA Trieste-Roma 1925 2030

1 maggio ITA Roma-Lamezia 2150 2300

Bagaglio:

La quota volo prevede la franchigia di 1 bagaglio a mano di 8 kg e 1 bagaglio da stiva di 23 kg.

Pasti:

I menù dei pasti sono concordati prima della partenza per tutto il gruppo con il nostro referente locale e non è possibile modificarli a proprio piacimento. Ci impegnano, comunque, ad informare i fornitori locali nel caso di partecipanti con allergie e/o intolleranze alimentari, evidenziate in fase di prenotazione. Tali segnalazioni NON garantiscono comunque la possibilità di ottenere pasti speciali e/o variegati e nessuna responsabilità potrà essere imputabile a I Viaggi di Zefiro.

E’ bene sapere:

  • Le quote di partecipazione sono calcolate considerando un numero di minimo 15 partecipanti. Nel caso il gruppo sia composto da un numero inferiore potrebbe subire un incremento tariffario.
  • I posti sul bus saranno assegnati considerando l’ordine cronologico di prenotazione e del contestuale versamento dell’acconto, e rimarranno sempre gli stessi per l’intera durata del tour.
  • La polizza facoltativa annullamento – sanitaria comprende le cause riferite al Covid19
  • Al fine di ridurre i rischi di contagio da Covid-19 ma continuare a vivere e condividere le bellezze dei luoghi in sicurezza, ciascun partecipante deve essere munito di certificazione verde e portare con sé mascherine FFP2 con marchio CE .

Pagamenti:

  • € 150,00 entro il 31 gennaio 2022;
  • € 350,00 entro il 28 febbraio 2022
  • saldo entro il 10 marzo 2022

Rinunce:

Se un partecipante iscritto al viaggio dovesse rinunciarvi avrà diritto al rimborso della quota di partecipazione al netto delle penalità di seguito specificate (comunque rimborsabili dall’assicurazione previo franchigia), purché sia mantenuto il numero minimo di partecipanti previsto:

  • 40% entro 31 giorni dalla partenza;
  • 60% da 30 a 21 giorni prima della partenza;
  • 75% da venti a tre giorni prima della partenza;
  • nessun rimborso dopo tale termine.

L’annullamento del viaggio da parte di un partecipante con sistemazione in camera doppia comporta il pagamento del supplemento singola.